I corsi di laurea in Design della Moda di primo e secondo livello, presentano un percorso didattico in grado di trasferire agli studenti strumenti per la comprensione degli scenari, del modificarsi delle abitudini comportamentali e dei valori culturali di riferimento del settore moda. Nel Corso degli anni di formazione, i laurea in Design della Moda arrivano a possedere una solida formazione di base nell'ambito delle discipline del progetto tesa ad approfondirne sia gli aspetti metodologici sia quelli tecnico-operativi. Particolare attenzione viene quindi data all'insegnamento di tutti gli strumenti e le tecniche relative alla rappresentazione formale e funzionale del prodotto (dal disegno manuale al disegno tecnico, dalla fotografia alla creazione di modelli e prototipi dei prodotti), le tecniche di rappresentazione delle immagini e dei linguaggi visivi, la conoscenza dei meccanismi di percezione visiva e dei sistemi cromatici. Arrivando pertanto a garantire la completa gestione di tutti gli elementi di base che si legano alle attività di un progetto moda (articolazione della gamma di prodotto e della collezione, ecc.) e di tutto ciò che concorre alla sua realizzazione, comunicazione e vendita (visual merchandising, eventi, allestimenti e show room, riviste, immagine coordinata). La preparazione garantisce inoltre l'acquisizione di competenze scientifico-tecnologiche proprie dei settori delle scienze ingegneristiche, (dei materiali utilizzati nei prodotti della moda, delle tecniche di prototipazione e ingegnerizzazione del prodotto, delle tecnologie di lavorazione e di processo, dei sistemi economico-produttivi); di competenze economico gestionali (valutazione dei costi, modelli organizzativi e di management, strategia e gestione aziendale); di conoscenze storico-critiche (relative alla sociologia dei consumi e della moda, alla cultura del tessile e alla sua evoluzione storica, allo studio della semiotica e dell'estetica, dell'antropologia ecc.). 

Nello specifico, allo studente del Corso di laurea in Disegno della Moda della Laurea Triennale, viene offerta la possibilità di scegliere ambiti di studio eterogenei che fanno capo ai settori del tessile, dell’abbigliamento uomo, donna  e agli accessori moda (gioielli e pelletteria) e alla maglieria. Attraverso un percorso didattico che introduce ai fondamenti del progetto, ogni studente lavorerà direttamente alla realizzazione dei capi approfondendo, al tempo stesso, temi teorici legati all'innovazione di prodotto e di processo. A disposizione degli studenti vi sono inoltre i laboratori di Moda, Maglieria e Gioiello che permettono di svolgere attività tecniche assistiti da esperti del settore. I laureati, con laurea breve, si presentano quindi al mercato come figure tecnico esecutive in grado di svolgere la funzioni di sviluppo del progetto all'interno di studi e strutture aziendali del settore moda e degli indotti correlati (tessile, accessori, ecc.).

Il corso di Laurea Magistrale in Design for the fashion System - Design per il Sistema Moda - si propone invece di formare figure di progettisti altamente qualificati in grado di supportare la competitività internazionale del Sistema Moda sia nell'ambito del sistema prodotto che dei processi strategici dell'impresa moda. Nei due anni di formazione, sono pertanto offerti corsi specialistici relativi al prodotto moda – menswear, womenswear, accessori, sportswear, underwear- cui si aggiungono i corsi che approfondiscono le caratteristiche dei materiali, delle tecnologie e delle lavorazioni tipiche del settore, come anche le logiche di concorrenza e i processi di distribuzione, di vendita e di comunicazione, dei trend, degli scenari e dei valori culturali. Il laureato magistrale acquisisce in questo modo competenze integrate dei sistemi di prodottiservizi che gli consentono di avere opportunità professionali trasversali all'interno della filiera moda e delle sue imprese. La figura formata è un designer per la moda che, alla conclusione del percorso formativo, deve essere capace di comprendere, gestire e coordinare una filiera del progetto complessa (che opera su componenti, semilavorati, processi di lavorazione aggregati, servizi ecc.); deve essere in grado di interpretare il prodotto in chiave sistemica ovvero come offerta complessiva - composta di linee di prodotti, merceologie, marchi diversi -, e nelle sue relazioni con le dimensioni della comunicazione e della distribuzione sul mercato; deve infine essere in grado di comprendere e attuare logiche e strategie imprenditoriali.